caponata vegan

Caponata di melanzane e peperoni

Chi l’ha detto che i piatti vegani non possono essere collegati alla cucina tipica italiana ? Ebbene, oggi sveleremo la ricetta della Caponata, tipico contorno siciliano apprezzato in tutto il mondo. Non useremo carne o formaggi, né dei loro derivati, seguiremo la ricetta originale. Certo, se vogliamo poi accostare il mondo del cibo vegano a piatti leggeri, neanche questo è il caso della nostra ricetta.

Ingredienti (x 4 persone):

  • 2 melanzane
  • 2 peperoni
  • 2 carote
  • 1 Passata di pomodoro
  • Olive nere
  • ½ cipolla
  • Sale q.b.
  • Olio q.b

Preparazione:

  1. Iniziate tagliando le verdure che vi serviranno in seguito. Sia melanzane che peperoni vanno a tagliati a dadini o tocchetti, non proprio di piccole dimensioni ma comunque grandicelli. Poneteli in due contenitori differenti.
  2. Tagliate le carote a cubetti piccolissimi, per eseguire questa operazione al meglio, dividete prima la carota in due parti, poi in altre 2 e così via fino a trovarvi con delle striscioline di carote. Poi potete tagliarle a quadrettini.
  3. Non vi resta che tagliare la cipolla per completare gli ingredienti, ½ potrebbe bastare. Tagliate in pezzettini sottilissimi, molto più piccole delle carote.
  4. Una volta finito, prendete una pentola antiaderente e ponetela sul fuoco con fiamma media.
  5. Aggiungete un filo d’olio e cominciate a preparare il soffritto mettendo le carote nella pentola. Appena cominciano a friggere, aggiungete anche le cipolle.
  6. Attendete che le cipolle raggiungano un colore dorato (attenzione a non bruciarle!) ed aggiungete anche i peperoni.
  7. Fate cuocere tutto insieme e dopo qualche minuto mettete anche le melanzane. Quest’ultime vanno messe dopo perché richiedono una cottura più veloce.
  8. Una volta che avete tutte le verdure in padella, aggiungete le olive nere e lasciate cuocere per circa 15 min a fiamma media.
  9. Quando noterete che le verdure cominciano a prendere colore, potete aggiungere anche una bottiglia di passata di pomodoro.
  10. Lasciate cuocere a fiamma bassa per altri 15 min, poi spegnete. Ricordate di girare di tanto in tanto per evitare che si attacchi.

Published by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *