Le erbe naturali per combattere l’Ansia

Le erbe naturali per combattere l’Ansia

Quasi tutti gli individui hanno provato almeno una volta nella vita quello che è definito “stato d’ansia”, ovvero una preoccupazione che spesso sfocia in paura. Si va da quella che si prova occasionalmente prima di un evento importante, a ben più gravi disturbi d’ansia generalizzati che scatenano attacchi di panico e fobie debilitanti. Per fortuna, ci sono molti diversi tipi di erbe naturali che aiutano in tutti questo casi. 

Ma prima di arrivare alle soluzioni, è importante riconoscere che l’ansia è reale. Con una moltitudine di aspetti, può presentarsi nella tua vita come insonnia, depressione, stanchezza, paralisi del lavoro o della relazione  e altro ancora, come sottolinea la dottoressa Claudia de Masi psicologa a Roma per ansia e disturbi generalizzati legati a questa patologia. 

In molti casi, può essere passeggera; è anche naturale sentirsi ansiosi prima di un evento importante. Tuttavia, l’ansia cronica non è pensata per essere parte quotidiana dell’esperienza umana e può portare a stress che influenza, non solo il benessere emotivo, ma anche la salute fisica.

Questi punti diventano particolarmente scoraggianti se consideriamo il fatto che i disturbi d’ansia sono le malattie psichiatriche più comunemente diagnosticate in Italia, con circa il 30% della popolazione che soffre di sintomi d’ansia nel corso della vita. Ancora più scoraggiante per le donne, visto che i disturbi d’ansia sono due volte più comuni nel gentil sesso rispetto agli uomini.

I farmaci contro l’ansia sono prescritti in situazioni gravi ed includono le benzodiazepine (ad esempio lo Xanax, Klonopin e Valium). Non sono ovviamente scevri da contro indicazioni, oltre tutto provocano dipendenza e assuefazione.

Ok, allora quali sono le alternative? Nel trattare l’ansia si lavora con uno psicoterapeuta per cercare le cause che stanno alla radice dei fattori scatenanti.

Mentre stai cercando di capire quali sono le cause principali, o se vuoi semplicemente prendere qualcosa che possa aiutarti, ci sono dei rimedi naturali che ti permettono di trovare giovamento.

Ci sono infatti importanti “sostanze fitochimiche” che lavorano sul ripristino dei percorsi del nostro sistema nervoso, molte alternative botaniche funzionano bene come i farmaci e raramente causano effetti collaterali – a differenza delle loro controparti farmaceutiche. Vediamoli da vicino.

Lavanda

La bella e profumata lavanda è anche una delle nostre erbe più efficaci contro l’ansia, sia per quella cronica che per le situazioni acute. Presa regolarmente circa un’ora prima del sonno, l’estratto di lavanda ha dimostrato un’efficacia quasi simile a quella delle benzodiazepine .

La dose di olio di lavanda, come si trova nel prodotto sopra, è 80 mg / giorno. La lavanda è anche dolcemente rilassante nel tè. Di solito si unisce mezzo cucchiaino di ciascuna dei seguenti composti: fiori di lavanda, fiori di camomilla e foglia di melissa, messi in una teiera o infuso di tisane per 20 minuti in 1 tazza di acqua bollente. La dose è di 1 tazza. La dose di tintura è di 1-2 ml in ¼ di tazza d’acqua, fino a 4 volte al giorno.

L’olio di lavanda può anche essere usato come aromaterapia in un diffusore, sul cuscino prima di dormire, in un bagno o qualche goccia applicata localmente per ridurre i sintomi di ansia acuta. Potresti voler portare con te una piccola bottiglia di olio nella tua borsa. 

Curcuma / Curcumina

La curcuma è una radice, tecnicamente (propriamente detta rizoma), che quando è fresca non sembra troppo dissimile dalla radice dello zenzero. Cioè, finché non la apri e vedi il giallo brillante che c’è dentro. Come lo zenzero, la curcuma contiene “sostanze fitochimiche” che invertono l’infiammazione.

La curcumina ha effetti anti-infiammatori particolarmente potenti e questi si sono dimostrati utili nella riduzione dell’ansia specificamente associata a una risposta allo stress cronicamente attivata.

Per gli effetti anti-ansia, ti consigliamo di prendere l’estratto di curcumina. La dose varia in base al prodotto, ma in genere va da 80 a 500 mg al giorno.

Fungo Reishi

Reishi fa parte di una classe di erbe chiamate “adattogene”, ovvero che ci aiutano ad adattarci agli stress e alle esigenze della vita moderna senza rimanere bloccati nella “modalità di sopravvivenza” cronica. Regolano delicatamente ed efficacemente la risposta allo stress del corpo attraverso le loro azioni toniche sulle ghiandole surrenali . Questo fungo medicinale è particolarmente calmante e rilassante ed è una delle migliori erbe per l’ansia (e in particolare uno dei migliori adattogeni per l’ansia), così come l’ansia che ti impedisce di dormire, per il quale può essere assunto poco prima di coricarsi. La dose va da 3 a 9 g di funghi secchi in capsule o compresse al giorno o da 2 a 4 mL di tintura in acqua da 2 a 3 volte al giorno. 

Camomilla

La camomilla è un’erba per l’ansia che è tradizionalmente associata alle proprietà anti-stress .

Puoi anche preparare una deliziosa tazza di tisana alla camomilla e alla melissa, e aggiungere gli estratti di erba di San Giovanni e l’erba madre. La melissa è usata classicamente per promuovere il rilassamento .

Melissa

Tradizionalmente chiamata “l’erba che allieta”, la melissa è stata usata nell’Europa occidentale nell’erboristeria per centinaia di anni per rallegrare lo spirito. Aumenta il senso di calma e diminuisce l’ansia. 

Alcuni studi mostrano che la melissa può ridurre la velocità di elaborazione e la vigilanza a causa di una sedazione molto lieve, quindi, per questo motivo potrebbe essere qualcosa che si desidera utilizzare la sera o nei giorni di riposo. La dose completa è di 300 milligrammi fino a quattro volte al giorno. 

Agnocasto

Questa erba è utile per attenuare i sintomi di depressione e ansia che si verificano durante la sindrome premestruale e per ridurre i sintomi dell’ansia in generale. La dose in capsule è di 180 mg due volte al giorno, o in tintura, 3-5 ml al giorno.

Valeriana

ottima come rilassante, per coloro che soffrono d’insonnia e stati di ansia.  Per l’ansia, prendere da 120 a 200 mg, tre volte al giorno. 

Il dosaggio raccomandato per l’ansia è generalmente inferiore al dosaggio per l’insonnia. Questo perché prendere alte dosi di radice di valeriana durante il giorno può portare a sonnolenza diurna.

La ricerca sull’uso della radice di valeriana nel trattamento dell’ansia è piuttosto carente. Un piccolo studio su 36 pazienti con disturbo d’ansia generalizzato ha rilevato che 50 mg di estratto di radice di valeriana somministrati tre volte al giorno per quattro settimane riducevano significativamente gli stati di ansia rispetto al placebo. Altri studi sull’ansia usavano dosaggi leggermente più alti.